Halloween Party!!!

halloween

Carissime amiche makers,

quest’anno abbiamo pensato di farvi un regalino per questa festa speciale.

Giulia ha creato apposta per voi degli splendidi stickers da stampare e da usare per le vostre creazioni super paurose.

Sono molto carine e tutte in stile Makiet Land!

Buon divertimento e se vi va mandateci le foto delle vostre creazioni, taggateci e usate gli hashtag #makeitpumpkin #makeihalloween così potremo condividere sulla pagina Facebook di Makeit Land le vostre foto!

Stickers personalizzati di Halloween per voi
elisagiulia

Zucca di Stoffa – Halloween Tutorial

1

Alzi la mano chi non sa fare una zucca di stoffa! Ma come proprio tu?

Credimi è semplicissimo! Segui questi passaggi e vedrai che in men che non si dica riempirai la casa di simpaticissime zucche di ogni colore e misura!

Qui le propongo arancioni perché di solito vado sul classico, ma osa pure con tutti i colori che hai a disposizione!

Non sei nemmeno obbligata a usare la macchina da cucire se non ce l’hai, cosa che rende questo tutorial molto adatto da fare con i bambini!

Allora cominciamo?

OCCORRENTE:

Tessuto di cotone colorato

Feltro

Imbottitura 100% poliestere (quella dei cuscini di Ikea va benissimo)

Forbici e righello (meglio ancora plancia, cutter e riga)

spilli

Ago normale e uno molto lungo

filo di cotone bianco

Filo colorato molto spesso (titolo 12)

Colla a caldo

RETTANGOLO INIZIALE

ZUCCA PICCOLA: 12,5 x 25 cm

ZUCCA MEDIA: 18 x 36 cm (quella che ho scelto per il tutorial)

ZUCCA GRANDE: 25 x 50 cm

2

Piega la stoffa in due ottenendo un quadrato e cuci lungo il lato segnato a 0,5 cm dal margine

tutorial-zucca-di-stoffa

Io ho usato la macchina da cucire ma se preferisci usa un semplicissimo punto filza a mano

4

Stira i margini di cucitura aperti ottenendo un piccolo manicotto

5

Adesso devi arricciare la stoffa del primo lato.

Se vuoi fare l’arricciatura con la macchina devi cucire due linee con un punto molto lungo fermando una delle due estremità con un nodo

6

7

Tenendo poi solo i fili superiori delle due cuciture tira dolcemente la stoffa

(la spiegazione è molto più complicata del procedimento!)

8

Tira fino ad ottenere un’arricciatura completa e chiudi completamente il buco a mano con ago e filo fermando bene il filo con un nodo

9

Adesso avrai ottenuto una specie di cappuccio, rivoltalo e camicia a riempirlo con l’imbottitura

10

11

Una volta riempito di imbottitura all’ 80% comincia a cucire un punto filza con un filo doppio

12

E prima di finire di cucire il giro aggiungi il resto dell’imbottitura (più la riempi e più l’effetto sarà bello)

13

Adesso scegli un filo molto spesso, questo è un filato makò Aurifill tit. 12 e un ago molto lungo (Prym n.22)

14

Doppiando il filo punta dal centro in basso a quello in alto per creare gli spicchi della zucca

15

Il PICCIOLO:

Misure del rettangolo

Zucca piccola e media : 2,5 x 6 cm

Zucca grande: 5 x 12 cm

 

16

Attorciglia il rettangolo su se stesso e fermalo con un goccio di colla a caldo.

17

18

Fissa il picciolo alla zucca con la colla e la zucca è pronta!

Allora è stato facile o no?

Se vuoi farmi vedere le zucche di Halloween che hai creato usa l’hashtag #makeitpumpkin, le più belle saranno condivise sulla nostra pagina Facebook!

elisa

19

Il mio modo per ricominciare col sorriso

 

SI RICOMINCIA

Amiche makers, ben ritrovate!!!

Eccomi qui dopo questa lunghissima pausa.

Quest’anno avevo bisogno di staccare completamente da tutto, principalmente dai social. Agosto dovrebbe diventare il mese del silenzio per ricaricare le batterie. Trovare nuove energie è un diritto e anche un dovere di noi tutte.

Siamo donne che lavorano un sacco, imprenditrici/free lance o meno, mamme o meno, casalinghe o meno, mogli o meno, creative o meno e tuttofare (questo quasi sempre) o almeno ci proviamo.

E adesso siamo di fronte allo step del momento: l’inizio di settembre (la fine delle vacanze e la ripresa del lavoro)!

Non so voi, ma io questo momento lo considero da sempre come l’inizio di un nuovo anno.

Come gennaio, settembre mette in moto in me ragionamenti ed elucubrazioni su come “ricominciare al meglio”.

Ok, non è un vero nuovo anno come quando si riprende dopo la festa della Befana, ma secondo me è meglio.

L’estate porta con sé momenti di svago, di stacco emotivo e fisico dal lavoro, dalla normale routine e alla fine di essa si cercano dentro di sé dei buoni propositi per ricominciare al meglio, per lo meno, questo è quello che faccio io! E, inevitabilmente, tutti gli anni mi faccio prendere dal turbinio degli impegni con valangate di sensi di colpa sulle mille cose che non sono riuscita a fare come speravo!

Quindi ho composto una to di list salva pensieri da mettere in pratica questi primi giorni di settembre per affrontare questo nuovo inizio senza farmi schiacciare dalla quotidianità e dall’inizio spesso serrato della normale routine.

Cominciamo:

  1. Prima di tutto guardare tutti i video di Gioia Gottini dei mercoledì della mansardina. Quasi la metà me li ero persa schiacciata dalle incombenze quotidiane! Li sto ascoltando più che guardando, praticamente ovunque. In bagno mentre mi lavo i denti, in cucina mentre riassetto dopo cena, in macchina mentre aspetto mio marito che compra il gelato (appuntamento fisso :P)… questo per ottimizzare il tempo! E’ una botta di ottimismo, come un abbraccio da parte di un’amica. Se non li avete ancora visti seguite il link per vederli tutti e già che ci siete inscrivetevi al gruppo Facebook dei mercoledì della mansardina per restare aggiornate.
  2. Fare pulizia tra gli amici di Facebook: togliamo chi non conosciamo una volta per tutte! E con “conoscere” intendo gente con cui si è parlato o comunicato almeno una volta. Farlo non sarà la svolta, ma dopo ci si sente più leggere. Oltre a questi anche chi non sentiamo da una vita e che magari ci sta anche un po’ antipatico, faccia serenamente la stessa fine!
  3. Netflix o Infinity, Sky go, streaming gratuito o DVD non importa! Trovare delle serie tv per premiarci la sera dopo una giornata di lavoro. Io ne ho viste di nuove quest’estate che mi sono piaciute molto e che ho seguito mentre cucivo. Vi metto giù un breve elenco: Call the midwife, The Paradise, Reign, The White Queen, Orange is the new black. Sono quelli che mi hanno tenuta incollata fino alla fine! Poi ci sono quelle classiche di sempre, ma le conoscerete già! Io comunque di solito ho una regola: guardo i primi 3 episodi prima di giudicare una serie. Senza fare così avrei abbandonato Lost la prima puntata!
  4. Comprare un’agenda nuova per il 2017 e giocare d’anticipo. Ok io non sono stata brava come Gioia e non ho dedicato agosto a fare il planning del 2017, ma sto iniziando a impostare la mente in questo senso. Prima o poi ci riuscirò ok?!
  5. Pensare ai regali di Natale che voglio confezionare con le mie manine per amici e familiari. Quest’anno non voglio passare la Vigilia a cucire presine. No e poi no!!!

Voi avete già stilato la vostra to do list? Fatemi sapere!

elisa

La mongolfiera di Makeit Land secondo Rob

 

10

Amiche makers,

questo lunedì mattina ci svegliamo con il sole e con tanta voglia di fare.

Sabato abbiamo ricevuto una sorpresina da parte di Roberta del blog Colori, idee e Creatività che ci aveva promesso da tempo: il tutorial per la mongolfiera di Makeit Land secondo il suo stile unico!

Noi l’abbiamo trovata meravigliosa e anche abbastanza semplice da realizzare.

I colori sono quelli di Makeit Land, ma se volete cimentarvi con quelli che avete a casa potrebbe essere il momento di tirare fuori i vecchi cartoncini che avete nel cassetto!

Cosa aspettate? Buona lettura!

13336164_10206848873480939_1276500166_n1 2 3 4 5 6 7 8 9

 

Grazie Rob per questo bellissimo tutorial!

Se volete scoprire altri lavori di Roberta andate sul suo blog e se vi viene in mente qualche idea personalizzata su come realizzare la mongolfiera di Makeit Land scriveteci, aspettiamo i vostri tutorial!

profile_pic

 

Come riciclare una maglietta: crea dei bracciali!

Bracciali da magliette 1

Buon giorno e benvenuti al primo appuntamento di “Refashion Cafè“, la rubrica di refashion sul blog di Make It Land!

Mi chiamo Lisa e scrivo tutorial e cartamodelli di cucito e del fatto a mano a Cucicucicoo: Eco Sewing and Crafting. Sono molto appassionata non solo alla manualità, ma anche all’ecosostenibilità delle nostre azioni. Le arti manuali spesso comportano l’uso di tante materiali che hanno un impatto non sempre piccolo sull’ambiente. Ad esempio, l’industria della moda e anche solo dei tessuti è molto inquinante. Si usano tanti pesticidi e litri d’acqua per coltivare le fibre usate per la stoffa, i colori usati per tingere i tessuti vengono versati nei fiumi, le fabbriche usano tanta energia e inquinano l’aria (per non parlare dello sfruttamento di chi ci lavora). I prodotti devono essere trasportati, e poi dopo l’uso vengono buttati nella discarica o bruciati nell’inceneritore. Tutto questo ciclo è altamente inquinante.

Ma che ci possiamo fare? Non vi chiedo di smettere di creare o comprare, ma semplicemente di pensare come puoi usare quello che hai già a disposizione prima di acquistare altri prodotti. Ecco perché amo tanto il refashion, ovvero la trasformazione di vestiti in disuso ad altri capi di abbigliamento o accessori che verranno nuovamente amati, senza ricorrere all’uso di materiali nuovi, così aiutando non solo l’ambiente, ma anche il portafoglio!

In questa rubrica proporrò delle idee per usare vestiti che probabilmente avrai già in casa, dimenticati in qualche armadio, per creare cose nuove che sarai felicissima da indossare! Per il primo appuntamento, ho voluto condividere un progetto molto semplice che tutti quanti possono fare, anche se non sanno cucire: ricavare dei bracciali dalle magliette usate!

Bracciali da magliette 2

 

 

Qualche anno fa ho pubblicato un tutorial su come fare una collana dalle maniche di magliette, e questi bracciali sono molto simili in concezione. Si usa, però, una parte diversa della maglietta e ho migliorato il metodo per legare le strisce.

Questi braccialetti sono assurdamente semplici da fare (basta solo un paio di minuti), ma sono comunque molto carini, soprattutto quando sono colorati ed abbinati a delle collane! Io li porto spesso in estate perché sono leggeri e non si attaccano alla pelle come altri bracciali. Sono anche un’ottima idea regalo e li puoi fare per tutti i tuoi amici! Ora scopriamo come farli!

Bracciali da magliette 3

Materiali:

  • una parte del torso di una maglietta, preferibilmente senza cuciture laterali (colore principale)
  • una striscia di qualunque parte di una maglietta tagliata nella direzione di elasticità maggiore (colore a contrasto)
  • una spilla a balia
  • base da taglio (non mostrato) e taglierina a rotella (consigliati) OPPURE fobici da sarta

Bracciali da magliette 4

Colore principale:

1. Stendi la maglietta del colore principale. Usa la rotellina oppure le forbici per rifilare l’orlo. Come si vede, non serve tutta la maglietta, solo una piccola striscia dal corpo. Qui uso un ritaglio rimasto da una mia maglietta femminilizzata.

2. Misura circa 2 cm dal bordo tagliato.

Bracciali da magliette 5

3. Taglia attraverso il corpo per creare un striscia larga 2 cm.

4. Apri la striscia e tira delicatamente dai due lati per allungarla.

Bracciali da magliette 6

Colore a contrasto:

5. Stendi la maglietta del colore principale. Usa la rotellina oppure le forbici per tagliare una striscia larga circa 2 cm e lunga circa 20 cm.

Bracciali da magliette 7

6. Infila la spilla a balia in un capo della striscia.

Bracciali da magliette 8

Assemblare il bracciale:

7. Comincia ad avvolgere la striscia allungata del colore principale intorno al polso.

Bracciali da magliette 9

8. Continua quante volte sia necessario per avvolgere tutta la striscia. Dovrebbe essere un po’ aderente al polso, ma larga abbastanza da poter passare intorno alla mano.

Bracciali da magliette 10

9. Infila le dita dell’altra mano (o della mano di un aiutante se stai facendo le foto allo stesso tempo!) sotto la striscia avvolta e tira delicatamente per pareggiare gli anelli. Questo serve per evitare che alcuni anelli della striscia non siano pià larghi degli altri.

Togli la striscia avvolta dal polso.

Bracciali da magliette 11

10. Posiziona il capo della striscia a colore contrastante senza la spilla a balia in modo perpendicolare agli anelli. Consiglio di piegare sotto un lato per non farlo fuoriuscire dal resto della striscia. (sopra)

Avvolgi la striscia a contrasto intorno gli anelli più volte per fermarli. (sotto)

Bracciali da magliette 12

11. Quando hai avvolto abbastanza da fermare gli anelli, infila la spilla a balia sotto la striscia a contrasto (sopra), e tirala fuori dall’altro lato (sotto).

Bracciali da magliette 13

Rifila il capo della striscia a colore contrastante e hai fatto! Puoi portare il bracciale con il colore a contrasto a vista o a meno… dipende dai tuoi gusti!

Bracciali da magliette 14

Se la tua maglietta ha delle cuciture laterali, come questa qui sopra, sistemale in un punto quando si avvolge la striscia principale e avvolgici intorno la seconda striscia per nasconderle.

Bracciali da magliette 15

Si impiega più tempo a spiegare come fare questi bracciali che per farne uno! E utilizzano talmente poca stoffa che ne puoi fare uno abbinato a ciascun completo nel tuo armadio… e anche al tuo smalto!

Bracciali da magliette 17

Semplicissimo, vero?! Ho fatto alcuni set di bracciali e collane da magliette per le mie amiche, usando le due maniche per la collana e una striscia dal corpo per il bracciale. Sono ottimi regali carini… e gratuiti!

Bracciali da magliette 18

Ora preparati per i tanti complimenti che riceverai per i tuoi accessori colorati e divertenti!

Se ti è piaciuto questo tutorial per fare bracciali da una maglietta, va’ a leggere anche il mio tutorial per fare una collana con perline 100% riciclosa!

beaded tshirt necklace_1000